Il Rapporto dell'Agente Immobiliare con Digitale

Come si approccia il settore immobiliare al digitale?

Si comincia a parlare di Digital Transformation del settore immobiliare e si sente spesso pronunciare la parola PropTech.

Lungo tutto lo Stivale, si cerca di capire da che parte guardare e cosa imparare da questa ventata di innovazione che sta frastornando la maggior parte delle società immobiliari.

A mio parere, l’Agente Immobiliare non si può sentire escluso dall’impatto del digitale: non può sentirsi immune al cambiamento.

Il mondo è in trasformazione ed è necessario imparare a parlare la lingua del digitale. Il lavoro non si svolge più come si faceva cinque o dieci anni fa, oggi si sfruttano le piattaforme digitali e si fa comunicazione in una maniera completamente diversa.

Non basta pubblicare gli annunci su un portale, bisogna entrare nell’ottica di implementare delle strategie digitali ed avviare campagne di marketing immobiliare digitale.

Rivedi qui sotto l’intervento dello scorso 25 Maggio che ho tenuto per Rinascita Digitale, 10 Slides in 10 minuti per raccontare la mia visione delle cose.

L’ho fatto prima di tutto da agente immobiliare abilitato, ma anche e soprattutto da specialista del Digitale.

Come la vedi? Entriamo in contatto.

 

*1 – Usa i canali Social appropriati e crea un presidio

Devi avere un presidio organizzato e ben curato sulle principali piattaforme (Facebook, Instagram, Linkedin, YouTube, Google My Business, Twitter). Avere un presidio vuol dire produrre costantemente contenuti testo, immagine, video, audio, sempre e comunque di valore e qualità, facendo emergere la mia personalità o quella dell’azienda.

*2 – Crea interazioni con i tuoi utenti

I Social Network nascono esclusivamente per intrattenere relazioni, chi segue i tuoi canali si aspetta che ci siano contenuti altamente engaging ed accattivanti. Mettiti a disposizione dei potenziali clienti e di quelli esistenti, rispondi a tutti i commenti, recensioni, messaggi privati inviati suoi tuoi canali Social.

*3 – Crea un piano editoriale

Se non ho individuato la mappa da seguire, come faccio ad arrivare alla destinazione prescelta? Il piano editoriale mi consente di definire quali saranno i contenuti che dovrò andare a produrre e pubblicare in un dato momento nel mio percorso. Costruirò il mio piano editoriale sulla base del target che avrò individuato a monte.

*4 – Varia i contenuti che produci

Non fermarti a condividere solo annunci immobiliari, i Social non sono e non devono diventare una fotocopia del tuo sito web, peggio ancora dei portali immobiliari. Focalizza il tuo programma di contenuti ad un livello Local, commentando e promuovendo notizie ed attività rilevanti riguardanti la tua comunità.

5 – Video marketing

Si stima che nel 2022, oltre l’80% dei contenuti presenti su internet sarà video. Compreso questo, non puoi ignorare una componente video nel tuo marketing, dalla promozione degli immobili alla presentazione del tuo team e delle tue attività. Inizia a fare dirette, coinvolgi personalità della tua zona Local, utilizza la videoconferenza anche per fare formazione.

Stai utilizzando Facebook al meglio delle sue potenzialità?

Le probabilità che ti stia perdendo qualcosa sono molto alte: fino al 2011 – anno in cui mi sono iscritto al social – reputavo questa piattaforma un passatempo per i ragazzini. Avevo il prosciutto negli occhi ed ho completamente snobbato l’opportunità che c’era per il mio business.

Ma da allora, molto è cambiato e Facebook mi permette ogni giorno di fare business.

Facebook Marketing Immobiliare è il corso introduttivo che ti aiuterà ad imparare a gestire al meglio il tuo profilo personale e le tue pagine aziendali su Facebook, sia in materia di copertura organica – le persone che raggiungiamo non a pagamento – che di campagne sponsorizzate a pagamento.

Clicca qui per saperne di più

*6 – Recensioni: fai leva ed aumenta la tua reputazione

Nel suo “Le armi della persuasione”, Robert Cialdini ci insegna che la riprova sociale è una delle leve principali per ottenere consensi. Nel momento in cui hai tante recensioni positive, a parte il fatto che ovviamente giustificano e confermano il tuo buon lavoro, riescono a convincere altre persone che entrano in contatto con il tuo brand. Della serie, se X persone hanno utilizzato i tuoi servizi e si sono trovate bene, perché io nuovo cliente non dovrei provare lo stesso servizio?

*7 – Lead magnet e generazione contatti

Scrivi un ebook, un report, crea un video o un webinar di valore e ricco di contenuti pertinenti alla tua zona Local. Mettilo a scaricare gratuitamente dal tuo sito e raccogli indirizzi email in cambi. Fai crescere il tuo database. Per esempio: “7 trucchi per vendere casa velocemente”, oppure “Cosa guardare in una casa e quando comprarla”.

*8 – Cura la tua lista di indirizzi Email: newsletter ed aggiornamenti

Se ho una lista di indirizzi email fidelizzati ed aggiornati, posso permettermi di curare una newsletter settimanale e lanciare iniziative che vedono la mia azienda protagonista. Posso fare education e dare valore e consulenza anche a chi non necessariamente mi conosce. In accoppiata al blog ed al social, la lista, è un pilastro della tua comunicazione aziendale.

*9 – Monitora dati ed attività

Uno dei principi cardine della trasformazione digitale sono i dati, il nuovo petrolio. Se hai i dati a disposizione, le metriche della tua attività, puoi determinare l’andamento della tua gestione social e marketing. Analizza e testa, testa ed analizza, a ripetizione, qualunque cosa tu faccia. Dall’orario in cui pubblicare i post al modo di scrivere i contenuti, dal numero di visite nel sito alla piattaforma di referral da cui arrivano i tuoi contatti.

*10 – Ottimizza il tuo sito web

Per concludere, non puoi non avere un sito web performante. Non basta dire di averlo, non basta che sia carino ed accattivante, deve essere veloce nel caricamento delle pagine, responsive, diretto nei contenuti, sicuro con certificato https. Investi in un server dedicato e cerca di ottimizzarlo dal punto di vista SEO.